Sei in: Home » Articoli

Professione insegnante: entro pochi mesi i nuovi percorsi di accesso.

In occasione dell'inizio dell'anno scolastico e della presentazione di un apposito schema di decreto, il Ministro Gelmini ha annunciato che, entro pochi mesi, saranno definiti nuovi percorsi di accesso alla professione dell'insegnante, i quali diverranno operativi già a partire dall'A.S. 2011-2012. La riforma si pone l'obiettivo di migliorare il sistema scolastico sotto molteplici punti di vista. Innanzitutto vuole essere una risposta concreta alle proteste dei tanti insegnanti rimasti senza cattedra e ai nuovi laureandi e laureati che hanno più di un motivo per temere nel loro futuro occupazionale: oltre a poter contare su un copioso numero di richieste di pensionamento da evadere nel corso dei prossimi anni, è previsto un regime transitorio, in base al quale si dà la possibilità di accedere, previo superamento di alcune prove di pre-selezione, all'anno di tirocinio formativo a numero programmato, attivato già da questo anno accademico.
Il focus sull'attività di apprendimento “sul campo” è ancor più evidente per le nuove lauree, che partiranno dall'Anno Accademico 2011-2012: per tutti gli ordini e gradi di scuola, infatti, sono previste numerose ore da trascorrere in classe, probabilmente affiancati da un tutor. Speranze ancora maggiori di occupazione, poi, sono date a quanti si iscriveranno, a partire dal 2011, alle lauree destinate all'insegnamento: sono previsti rigorosi tests di ingresso alle facoltà e corsi di laurea a numero chiuso, calibrato alle stimate capacità di assorbimento da parte del sistema scolastico. Sotto altro profilo, la riforma vuole rispondere alle richieste di una scuola più moderna e “sensibile”, tanto che, sia nella scuola dell'infanzia e primaria, che in quella secondaria di primo e secondo grado, è indispensabile avere delle conoscenze, anche pratiche e certificate, della lingua inglese, delle nuove tecnologie e delle esigenze speciali di un giovane diversamente abile.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(25/09/2010 - V.Z.)
Le più lette:
» Cassazione: il giudice non può mortificare gli avvocati con compensi irrisori
» Il figlio che non aiuta i genitori commette reato
» Anatocismo: cacciato dalla porta, torna dalla finestra
» Sesso in macchina: cosa si rischia oggi?
» Multe e bolli: come si rottamano e cosa si risparmia
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF