Sei in: Home » Articoli

Cassazione: notifica nulla se ufficiale non rende atto delle ricerche e dell'assenza del destinatario della notifica

Con la sentenza n. 19417 depositata il 13 settembre 2010 la Corte di Cassazione ha stabilito che nel caso di notifica nelle mani del portiere, l'ufficiale giudiziario, per non rendere nulla la notifica, deve dare atto delle avvenute ricerche del destinatario della notifica e della sua assenza. L'importante principio di diritto è stato stabilito con la sentenza n. 19417 il 13 settembre scorso in seguito all'annullamento della sentenza di merito. In particolare, i giudici di legittimità, dopo aver citato due pronunce delle Sezioni Unite (SS.UU. 20 aprile 2005, n. 8214 e 30 maggio 2005, n. 11332) sulla cui base è stata risolta la controversia hanno precisato che “in caso di notifica nelle mani del portiere, l'ufficiale notificante debba dare atto, oltre che l'inutile tentativo di consegna a mani proprie per l'assenza del destinatario, delle vane ricerche delle altre persone preferenzialmente abilitate a ricevere l'atto, onde nel riferire al riguardo, sebbene non debba necessariamente fare uso di formule sacramentali né riprodurre testualmente le ipotesi normative, deve, non di meno, attestare chiaramente l'assenza del destinatario e dei soggetti rientrati nelle categorie contemplate dal secondo comma dell'art. 139 cpc, la successione preferenziale dei quali è nella norma tassativamente stabilita – è pertanto, nulla la notificazione nelle mani del portiere quando, come nella specie, la relazione dell'ufficiale giudiziario non contenga l'attestazione del mancato rinvenimento delle persone indicate nella norma citata”.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(15/09/2010 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Il reato di violenza privata
» Stalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero crediti
» Biciclette: multe fino a 651 euro per chi sorpassa a meno di un metro e mezzo di distanza
» Gli eredi legittimi: chi sono e quale è la differenza con i legittimari
» Colpo di frusta: niente risarcimento senza Tac
In evidenza oggi
Ddl salvaciclisti: multe fino a 651 euro per chi sorpassa a meno di un metro e mezzo di distanzaDdl salvaciclisti: multe fino a 651 euro per chi sorpassa a meno di un metro e mezzo di distanza
L'ombra del dubbio: quando il caso limite mette in crisi il sistema giudiziarioL'ombra del dubbio: quando il caso limite mette in crisi il sistema giudiziario
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF