Sei in: Home » Articoli

Cassazione: si al licenziamento del lavoratore ubriaco

La sezione lavoro della Corte di Cassazione ha stabilito che rientra nella giusta causa di licenziamento il fatto di aver sorpreso il lavoratore ubriaco mentre sta svolgendo le proprie mansioni. Nel caso esaminato dalla Corte il licenziamento è stato considerato legittimo in considerazione dell'accertata gravità del fatto contestato anche perchè il lavoratore risultava recidivo. I giudici di Piazza Cavour fanno anche notare che l'apprezzamento della gravità del fatto in rapporto alle previsioni contrattuali e normative costituisce un apprezzamento incensurabile in cassazione, ove adeguatamente motivato.
(11/09/2010 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» La buona fede contrattuale
» Decreto ingiuntivo: quando si prescrive?
» Rumori in condominio: quando possono fondare il reato di disturbo della quiete
» Avvocati: online la nuova banca dati gratuita
» Fino a 169 euro di multa per chi guida troppo piano
In evidenza oggi
Radiato dall'albo l'avvocato senza moraleRadiato dall'albo l'avvocato senza morale
Arrivano i vigili a pagamentoArrivano i vigili a pagamento
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF