Sei in: Home » Articoli

Contribuenti.it: Anche a ferragosto Italiani sperano in una riforma del fisco

L'Associazione dei contribuenbti italiani rende noto che nella settimana di ferragosto più di 38mila cittadini hanno contattato “Lo Sportello del Contribuente” per richiedere assistenza. A quanto pare gli italiani sarebbero ossessionati dalle tasse e sperano sempre di più in una riforma del fisco. I più preoccupati, si legge in un comunicato dell'associazione, sono i contribuenti residenti in Campania (4.873 richieste) mentre al secondo e al terzo posto ci son i contribuenti dell'Emilia Romagna (4.227 richieste), e del Lazio (3.864). Seguono poi nell'ordine i contribuenti residenti in Sicilia, Lombardia, Toscana, Veneto, Piemonte, Liguria, Trentino Alto Adige, Valle d'Aosta, Abruzzo e Molise. Nella settimana di ferragosto - spiega contribuenti.it - "le risposte fornite in tempo reale da 'Lo Sportello del Contribuente' sono state 30.622, di cui 9.416 per sapere come difendersi dalle vessazioni del fisco, 7.416 per ottenere i rimborsi fiscali non pervenuti, 6.169 per cartelle pazze, 5.164 per ganasce fiscali ed ipoteche immobiliari, 2457 assistenza nelle verifiche fiscali e accertamenti tributari".
(18/08/2010 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Autovelox: obbligo di doppia segnalazione
» Condominio: il condizionatore voluminoso va rimosso
» Divorzio: niente assegno per chi guadagna più di mille euro
» Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
» Licenziamento anche per l'assenza di pochi minuti
In evidenza oggi
Incidenti stradali: le nuove regole sul risarcimentoIncidenti stradali: le nuove regole sul risarcimento
Multa a Wind per la riduzione a 28 giorni del rinnovo delle offerte: cosa cambia per gli utenti?Multa a Wind per la riduzione a 28 giorni del rinnovo delle offerte: cosa cambia per gli utenti?
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Incidenti stradali: le nuove regole sul risarcimento
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF