Sei in: Home » Articoli

Ripartono i buoni vacanza. Il decreto in GU del 2 agosto

E' stato pubblicato nella gazzetta ufficiale del 2 agosto scorso il Decreto che fa 'ripartire' i buoni vacanza. Il decreto ridefinisce "le modalita' di impiego delle risorse di cui all'articolo 10 della legge 29 marzo 2001, n. 135, come previsto dell'articolo 2, comma 193, lettera b) della legge 24 dicembre 2007, n. 244, per l'erogazione di buoni vacanze da destinare a interventi di solidarieta' in favore delle fasce sociali piu' deboli e favorire la destagionalizzazione dei flussi turistici nei settori del turismo balneare, montano e termale". I buoni sono utilizzabili per le proprie vacanze in Italia a partire dal 23 agosto fino al 3 luglio 2011. Resta escluso per˛ il periodo 20 dicembre - 6 gennaio. Il decreto estende la possibilitÓ di prenotare i Buoni ai cittadini dell'Unione Europea residenti in Italia e agli extracomunitari con regolare permesso di soggiorno e di residenza. Sono stati definiti anche nuovi criteri di vautazione della situazione economica e familiare per accertare il diritto ad ottenere i Buoni.
Non si fa piu' riferimento al reddito lordo ma si utilizza il parametro reddituale ISEE della famiglia in modo da favorire le famiglie piu' numerose. Nel decreto i contributi massimi sono stati elevati a 1.240 euro per nuclei di 4 persone ed oltre. La validitÓ dei buoni giÓ emessi con scadenza 30 giugno 2010 Ŕ prorogata al 20 dicembre 2010.
Vai al testo del provvedimento
(11/08/2010 - Notiziario)
Le pi¨ lette:
» Pensione reversibilitÓ: anche alla vedova spetta la quattordicesima
» Legge 104: agevolazioni concesse al familiare del disabile
» Avvocati: online la nuova banca dati gratuita
» Avvocati e professionisti: deducibile al 100% la polizza per i clienti che non pagano
» Nel mantenimento del figlio Ŕ compresa la ricarica del cellulare
In evidenza oggi
Papa: societÓ "stolta" che costringe i vecchi a lavorare e i giovani a restare disoccupatiPapa: societÓ "stolta" che costringe i vecchi a lavorare e i giovani a restare disoccupati
Arriva l'112: il numero unico per le emergenzeArriva l'112: il numero unico per le emergenze
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF