Sei in: Home » Articoli

Cassazione: causa di estinzione prevale su assoluzione nel merito

La causa di estinzione del reato prevale sull'assoluzione (per carenza di prove): è questo il principio enunciato dalla Seconda sezione penale con la sentenza n. 26063. I giudici del Palazzaccio hanno infatti stabilito che una eventuale causa di estinzione del reato farebbe venire meno la possibilità per l'imputato di essere prosciolto nel merito. In particolare, dopo un riassunto dell'orientamento giurisprudenziale sulla questione, è stato precisato che “la regola probatoria di cui all'art. 530, comma 2, c.p.p., - cioé il dovere per il giudice di pronunciare sentenza di assoluzione anche quando manca, è insufficiente o è contraddittoria la prova della responsabilità - appare dettata esclusivamente per il normale esito del processo che sfocia in una sentenza emessa dal giudice al compimento dell'attività dibattimentale, a seguito di una approfondita valutazione di tutto il compendio probatorio acquisito agli atti. Tale regola non può trovare applicazione in presenza di una causa estintiva del reato: in una situazione del genere - a meno che il giudice non sia chiamato a dover approfondire ex professo il materiale probatorio acquisito vale invece la regola di giudizio di cui all'art. 129 c.p.p. in base allo quale, intervenuta una causa estintiva del reato, può essere pronunciata sentenza di proscioglimento nel merito solo qualora emerga.
dagli atti processuali positivamente, senza necessità di ulteriore approfondimento, l'estraneità dell'imputato a quanto contestatogli”.
(10/08/2010 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Designer e architetti: come sfruttare al meglio gli smartphone
» Abusi edilizi: arriva il "condono"
» Addio al genitore collocatario: la prima sentenza del tribunale di Lecce
» Cellulari: dal 12 giugno 4g di Tre a pagamento per tutti, come disattivarlo
» Equitalia cerca avvocati: domande entro il 27 giugno
In evidenza oggi
Vaccini: multe fino a 7.500 euro per i genitori e sospensione della potestàVaccini: multe fino a 7.500 euro per i genitori e sospensione della potestà
Divorzio: carcere per il disoccupato che non versa l'assegno alla exDivorzio: carcere per il disoccupato che non versa l'assegno alla ex
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF