Sei in: Home » Articoli

Adozioni: nullità del procedimento solo in presenza di un pregiudizio reale.

Con la sentenza n. 16870 del 19 luglio 2010 la Suprema Corte di Cassazione, con una articolata motivazione, che ripercorre tutte le riforme legislative in tema di adozione, ha accolto un ricorso presentato da un tutore di un minore che si era costituito in ritardo nel procedimento finalizzato all'adottabilità dello stesso stabilendo che nel procedimento di adottabilità la mancata o ritardata costituzione del difensore nel minore rende nullo il giudizio solo nel caso in cui sia ravvisabile un pregiudizio reale . I giudici di legittimità hanno infatti ritenuto che la nullità del procedimento sia ravvisabile solo nel caso in cui la parte alleghi e dimostri il reale pregiudizio che la tardiva costituzione o la mancata partecipazione all'atto ha comportato per la propria effettiva tutela giurisdizionale.
Così nel caso di specie la Suprema Corte ha rinviato alla corte di Appello di Milano, sezione persone e minori affinchè decida in ordine alla adottabilità del minore a cui spetterà verificare in concreto se la tardiva costituzione del difensore abbia effettivamente determinato un pregiudizio e solo in quel caso l'intero procedimento sarà dichiarato nullo, diversamente verrà confermato in modo definitivo.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(24/07/2010 - Elisa Barsotti)
Le più lette:
» Avvocati: fino a mille euro per ogni figlio
» Quali beni non possono essere pignorati?
» Giovani avvocati: fino a tremila euro per master e titoli
» Anatocismo: cacciato dalla porta, torna dalla finestra
» Condominio: per la telecamera sulle parti comuni l'unanimità non serve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF