Sei in: Home » Articoli

Cassazione: non è reato possedere semi di cannabis

cannabis id8704
Il mero possesso di semi di canapa che non hanno contenuto stupefacente non integra alcuna fattispecie di reato. Lo chiarisce la sesta sezione penale della Corte di Cassazione (sentenza n. 25798/20110) specificando però che tali semi, "possono rivestire, in correlazione ad altre cose, (in particolare, opuscoli illustrativi delle modalità di coltivazione di piante di cannabis), prova dell'attività di induzione ex art. 82 d. P.R. n. 309 del 1990". La Corte con questa motivazione ha respinto il ricorso di un negoziante che vendeva semi di canapa con opuscoli che spiegavano come procedere alla coltivazione.
Il negoziante aveva impugnato un provvedimento cautelare sostenendo appunto che il solo possesso dei semi non potesse integrare il reato di istigazione all'uso illecito di sostanze stupefacenti.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(12/07/2010 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» La manovra è legge: tutte le novità punto per punto
» Cani che abbaiano in condominio: Il punto della giurisprudenza
» Cassazione: la clausola claims made non è vessatoria
» Legge Pinto: cosa accade ai procedimenti in corso al 1° gennaio 2016?
» I compensi per l'atto di precetto con tabella e strumento di calcolo online
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF