Sei in: Home » Articoli

Cassazione: giudice civile può decidere sulla base di prove raccolte nell'ambito di un altro procedimento

giudice sentenza martello
Il giudice può legittimamente utilizzare le prove assunte nell'ambito di un altro procedimento per formare il proprio convincimento. Lo ha stabilito la terza sezione civile della Corte di Cassazione (sentenza n. 16010/2010) evidenziando che dette prove possono valere come "semplici indizi, atti a fornire elementi indiretti e concorrenti di giudizio, ed essere complessivamente valutabili nel procedimento logico induttivo e presuntivo per l'accertamento del fatto controverso". Il caso esaminato dalla Corte è relativo a una sentenza di un giudice di pace che per decidere una controversia aveva utilizzato una consulenza tecnica relativa ad un procedimento per accertamento tecnico preventivo non rgolarmente acquisito nella causa.
Secondo la Corte non vi è stata alcuna viloazione del diritto di difesa posto che a quel procedimento la parte aveva comunque partecipato.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(09/07/2010 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» La manovra è legge: tutte le novità punto per punto
» Cani che abbaiano in condominio: Il punto della giurisprudenza
» Legge Pinto: cosa accade ai procedimenti in corso al 1° gennaio 2016?
» Eredità: 10 cose da sapere per una consapevole pianificazione successoria
» Con la depressione si può avere la 104?
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF