Sei in: Home » Articoli

Cambio del piano tariffario telefonico con sms? Sanzionata società per pratica scorretta

Sarà sanzionata la società telefonica che informa il cliente del cambio del piano telefonico con un sms: a dirlo è una recente sentenza del Tar lazion Cassazione, la n. 19892 depositata il 22 giugno 2010, confermando la sanzione pecuniaria irrogata dall'Agcom. In particolare, dalla sentenza del Tribunale amministrativo emerge che si va a configurare come pratica commerciale scorretta la pratica di chi sostituisce con un sms il piano tariffario. Secondo la parte motiva della sentenza “a fronte della predetta modifica generalizzata dei piani tariffari, si rileva che il tenore della comunicazione SMS predisposta dal professionista, incentrato sull'operazione qualificata come “rimodulazione”, unita a indicazioni circa la possibilità di aderire“gratis” ad altri piani, risulta idoneo ad indurre in errore il consumatore circa le reali caratteristiche della variazione prospettata, laddove non evidenzia in maniera univoca la natura dell'iniziativa, che si sostanzia nella modifica in peius delle condizioni economiche dei piani tariffari in essere, consistenti in particolare nell'aumento del costo al secondo di conversazione, e omette di specificare che sussiste un diritto di recesso entro trenta giorni dalla ricezione della comunicazione, riconosciuto in via normativa".
(28/06/2010 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Il contratto di locazione - contenuto e forma. Con fac-simile
» Affido condiviso: i figli restano nella casa familiare, saranno i genitori ad alternarsi
» Avvocati: 15mila euro dalla Cassa per avviare lo studio
» Violenza donne: arriva il braccialetto obbligatorio per gli stalker e il risarcimento statale per le vittime
» Auto: dal 2018 con il documento unico per chi non paga il bollo radiazione sicura
In evidenza oggi
Avvocati: la segretezza della corrispondenza tra colleghi prevale anche sul diritto di difesaAvvocati: la segretezza della corrispondenza tra colleghi prevale anche sul diritto di difesa
Divorzio: assegno solo a chi guadagna meno di mille euro al meseDivorzio: assegno solo a chi guadagna meno di mille euro al mese
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF