Sei in: Home » Articoli

Cassazione: Installazioni abusive di apparecchiature per intercettazioni telefoniche

Commette due reati il marito che installa abusivamente apparecchiature per intercettare le telefonate della moglie, lo ha stabilito la Suprema Corte di Cassazione (Sent. 12698/2003) precisando che tale installazione abusiva è lesiva sia della fattispecie prevista dall?art. 617 c.p., che punisce l?installazione di apparecchiature di intercettazione, sia di quella prevista dall?art. 617 bis c.p., che prevede la sanzione per la cd. intercettazione fraudolenta delle comunicazioni o conversazioni. Con questa motivazione la Suprema Corte ha confermato la condanna inflitta in grado di appello ad un marito che, per l?appunto, aveva installato sofisticate apparecchiature di intercettazione per avere la prova dell'infedeltà del proprio coniuge.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(17/04/2003 - Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Eredità: 10 cose da sapere per una consapevole pianificazione successoria
» Risarcisce il cliente l'avvocato che dimentica di iscrivere la causa e mente sul punto
» Tradimento: quello "programmato" diventa di moda tra i mariti
» Mobbing e risarcimento danni: come dimostrare di aver subito una persecuzione
» Avvocato censurato se non assolve l'obbligo della formazione
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF