Sei in: Home » Articoli

Cassazione: Installazioni abusive di apparecchiature per intercettazioni telefoniche

Commette due reati il marito che installa abusivamente apparecchiature per intercettare le telefonate della moglie, lo ha stabilito la Suprema Corte di Cassazione (Sent. 12698/2003) precisando che tale installazione abusiva è lesiva sia della fattispecie prevista dall?art. 617 c.p., che punisce l?installazione di apparecchiature di intercettazione, sia di quella prevista dall?art. 617 bis c.p., che prevede la sanzione per la cd. intercettazione fraudolenta delle comunicazioni o conversazioni. Con questa motivazione la Suprema Corte ha confermato la condanna inflitta in grado di appello ad un marito che, per l?appunto, aveva installato sofisticate apparecchiature di intercettazione per avere la prova dell'infedeltà del proprio coniuge.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(17/04/2003 - Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizione
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Divorzio: arrivano gli hotel che aiutano le coppie a lasciarsi
» Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
» Accesso agli atti: dalla legge 241 alla riforma Madia
In evidenza oggi
Colpo di frusta: niente risarcimento senza TacColpo di frusta: niente risarcimento senza Tac
Gratuito patrocinio: onorari più alti per gli avvocatiGratuito patrocinio: onorari più alti per gli avvocati
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF