Sei in: Home » Articoli

Adoc: aumentano i prezzi dell'obrellone. Pochi rispettano il diritto al libero accesso sulle spiagge

Da un'indagine condotta dall'associazione dei consumatori Adoc è emerso che una giornata al mare sulle spiagge italiane, costa in media 95 euro, per una per una famiglia di quattro persone. Un costo che fa registrare un aumento del 2,3% rispetto allo scorso anno. Secondo la ricerca Adoc le regioni più care sarebbero la Sardegna (dove si spende il 24,3% in piu' della media nazionale), la Toscana (il 23,1% in più) e la Liguria (con il 16,9% in più). Decisamente più 'calmierati' i prezzi in Sicilia, dove si spende il 27,8% in meno della media nazionale Anche in puglia si può risparmiare il 23,6% rispetto alla media nazionale. Commentando questi risultati Carlo Pileri, presidente dell'Adoc afferma che ''Trascorrere una giornata al mare sta diventando sempre piu' un salasso per le famiglie italiane [...] Sono rincarate quasi tutte le voci, dall'ombrellone (+4,2%) al lettino (+2,6%) passando per sdraio (+1,6%) e ingresso (+2,6%). Anche le voci extra come i gelati, panini e caffe' sono in rincaro, con i primi che segnano un aumento del 3,9%. Stabili solo i costi di parcheggio. Continuando di questo passo gli italiani il mare potranno vederlo solo in cartolina''. Sempre aperta resta poi la questione sull'accesso alla spiaggia, che dovrebbe restare libero in base a quanto prevede la legge. Secondo Adoc nella maggior parte dei casi questo diritto non viene garantito ai cittadini. ''C'e' ancora molta confusione sull'accesso alla spiaggia che, come previsto dalla Finanziaria del 2007, dovrebbe essere libero tuttavia registriamo ancora una certa resistenza ad applicare la legge".
(17/06/2010 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Gli elementi del reato
» Avvocati matrimonialisti: l'alienazione parentale deve diventare reato
» Avvocato madre: arriva il legittimo impedimento per legge
» Divorzio: scacco matto all'assegno per la ex
» Canone Rai: ancora 6 giorni per chiedere l'esenzione
In evidenza oggi
Animali: in arrivo pene più severe per chi li maltrattaAnimali: in arrivo pene più severe per chi li maltratta
Separazione: le mail inviate dall'amante provano il tradimentoSeparazione: le mail inviate dall'amante provano il tradimento
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

La riforma del processo penale è legge
Le novità e il testo