Sei in: Home » Articoli

Cassazione: sanzioni al consigliere di amministrazione di una banca che fa pochi controlli

La Corte di Cassazione ha stabilito che la Banca d'Italia puo' infliggere sanzioni a chi amministra una banca (anche se di piccole dimensioni) qualora risulti carente "nell'organizzazione e nei controlli interni". Il chiarimento arriva dalla seconda sezione civile (sentenza n.14305/2010) che ha convalidato una multa di 18 mila euro inflitta a un consigliere di amministrazione di un noto istituto di credito. La sanzione era stata irrogata anche per carenze nell'erogazione, nella gestione e nel controllo dei crediti in seguito ad una ispezione che era stata effettuata presso l'istituto di credito. Secondo Corte, le leggerezze dell'esponente del cda "giustificano la valutazione dell'organo di controllo" che ha correttamente sanzionato "una condotta improntata a superficialita', imprudenza e in palese dispregio della normativa bancaria".
Altre informazioni su questo argomento
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(16/06/2010 - Roberto Cataldi)
Le pių lette:
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Cassazione: non presentarsi all'udienza č remissione tacita di querela
» Stalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero crediti
» Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
» Risarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionali
In evidenza oggi
Colpo di frusta: niente risarcimento senza TacColpo di frusta: niente risarcimento senza Tac
Stalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero creditiStalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero crediti
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF