Sei in: Home » Articoli

Energia: pubblicati bandi per finanziamento progetti per la conciliazione stragiudiziale nel campo dell'energia.

Secondo quanto rende noto la Presidenza del Consiglio dei Ministri, sono stati pubblicati i bandi per il finanziamento di progetti per favore la soluzione delle controversie tra clienti del servizio elettronico e del gas e gli operatori con la formazione dei conciliatori delle Associazioni dei consumatori che fanno parte del Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti. Il termine per proporre i progetti è il prossimo 31 maggio. I progetti per la conciliazione stragiudiziale nel campo dell'energia, devono essere presentati alla Cassa Conguaglio per il Settore Elettrico (CCSE). È di 863.300 euro il totale dei finanziamenti messi a diposizione, grazie alle sanzioni irrogate dall'autorità per l'energia: di questi finanziamenti, 485.000 euro per la formazione e l'aggiornamento dei conciliatori delle Associazioni dei consumatori e 378.300 assegnati con avviso pubblico per l'erogazione del contribuito ai costi dei conciliatori. Il governo fa inoltre sapere che questo primo intervento di finanziamento di progetto per la conciliazione stragiudiziale è solo un primo tassello di un progetto più esteso per la tutela del consumatore nel campo dell'energia: con il decreto Ministeriale del 23 settembre scorso, il Ministero dello sviluppo economico ha già approvato altri tre progetti per l'anno in corso, per un totale di più di due milioni di euro. “La liberalizzazione del mercato energetico deve essere vigilata, sorvegliata e partecipata - ha dichiarato il Presidente del Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti, Stefano Saglia.
L'iniziativa presentata oggi in collaborazione con l'Autorità dell'Energia rappresenta un passo avanti per rendere il cittadino sempre più consapevole e in grado di avere più strumenti per vigilare”.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(13/05/2010 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Multe: quando scadono?
» Catene di Sant'Antonio su Whatsapp: chi c'è dietro e chi ci guadagna
» Avvocati: gli errori che rischiano di ostacolare la carriera
» Terremoto: ecco dove finiscono i soldi degli sms di solidarietà
» Isee: il software Inps per calcolarlo online
In evidenza oggi.
Avvocati: mantenimento alla ex moglie che ha lasciato la toga
Per la Cassazione se la professione è abbandonata per curare gli interessi del marito, l'assegno va corrisposto anche se il matrimonio è stato breve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF