Sei in: Home » Articoli

Danni conseguenti a vaccinazione. Riconosciuto il danno morale ai genitori.

La terza sezione della Corte di Cassazione con sentenza del 4 marzo 2010 n. 5190 ha rigettato il ricorso presentato dalla Regione Abruzzo e dalla Gestione Liquidatoria della Usl confermando la pronuncia con la quale la Corte d'Appello dell'Aquila, accogliendo l'appello incidentale proposto, aveva riconosciuto il risarcimento per il danno morale sofferto da due genitori per le lesioni riportate dal figlio a seguito di una vaccinazione anti-poliomelite effettuata omettendo gli opportuni controlli e accertamenti sul bambino. La preparazione e somministrazione del vaccino non venne eseguita, come richiesto, da un medico dopo aver eseguito accertamenti sulle condizioni di salute e anamnestiche del bambino, consentendo la somministrazione del vaccino ad un bambino a rischio, effettuata in maniera affrettata ed illegittima da personale non abilitato. Secondo i giudici di legittimità la somma precedentemente liquidata ai genitori era inadeguata , omettendo di prendere in debita considerazione i danni subiti da ciascuno dei genitori , in particolare i danni riportati alla vita di relazione degli stessi, in considerazione al dovere di assistenza continua e solidale al figlio piliomelitico. Così è stato respinto il ricorso presentato .La linea difensiva dei ricorrenti, secondo cui nessuna negligenza sarebbe da addebitare alla struttura ospedaliera che si è limitata ad applicare il protocollo previsto in tema di vaccinazioni, non ha trovato accoglimento. I Giudici hanno ritenuto che l'ente sanitario debba rispondere non solo ex art. 2043 c.c. per colpa grave da negligenza e imprudenza, ma anche in relazione alla qualificazione del rapporto di assistenza come contatto sociale di protezione.
L'ente ha un particolare dovere di diligenza e cautela, specie se la negligenza e l'inadempimento del debitore di tale prestazione di garanzia (della salute) siano suscettibili di ledere e in modo grave la lesione e la vita futura dei bambini.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(14/05/2010 - Elisa Barsotti)
Le più lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizione
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Divorzio: arrivano gli hotel che aiutano le coppie a lasciarsi
» Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
» Accesso agli atti: dalla legge 241 alla riforma Madia
In evidenza oggi
Risarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionaliRisarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionali
Gratuito patrocinio: onorari più alti per gli avvocatiGratuito patrocinio: onorari più alti per gli avvocati
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF