Sei in: Home » Articoli

Trasporto aereo: danno per perdita, distruzione o deterioramento del bagaglio. Profili risarcitori tra danno morale e danno materiale .

Tempi duri per gli sventurati passeggeri che vedano perso, distrutto o smarrito il proprio bagaglio nell'ambito di un contratto di trasporto aereo. La Corte di Giustizia delle Comunità Europee con sentenza del 6.5.2010 C-63/09 ha ritenuto che la limitazione di responsabilità di cui all'art. 22 n. 2 della Convenzione di Montreal comprende sia il danno materiale che il danno morale con la conseguenza che il risarcimento non potrà superare la limitazione complessiva di 1000 DSP. In questo modo la Corte ha posto fine alle controversie sviluppatesi sul punto in seno alla giurisprudenza dei singoli Stati membri . Non erano infatti mancate numerose pronunce che avevano riconosciuto la presenza di due voci di danno autonomamente risarcibili , capaci di far ottenere allo sfortunato passeggero un risarcimnti che avrebbe potuto raggiungere complessivamente la somma di 2000 DSP Il ricorrente aveva domandato il risarcimento per i danni subiti a causa della perdita dei bagagli consegnati alla compagnia aerea nell'ambito del trasporto aereo. L'importo richiesto avrebbe dovuto comprendere tanto il valore del bagaglio quanto i danni morali subiti in occasione della perdita.
La compagnia aerea si era opposta a tale richiesta sostenendo che la somma superava quanto previsto dalla convenzione di Montreal all ‘art. 22 n. 2 che limita la responsabilità del vettore aereo. Trattandosi di controversia relativa alle condizioni di esecuzione di un trasporto aereo assicurato da un vettore dell'Unione Europea è stata fatta applicazione del Regolamento 2027/97 che si limita a dare attuazione alle disposizioni della Convenzione di Montreal. La Corte si è così pronunciata sulla corretta interpretazione del richiamato art. 22 .n.2 che vale a limitare la responsabilità del vettore in caso di perdita del bagaglio escludendo qualsiasi possibilità di cumulo nel risarcimento danno
(16/05/2010 - Elisa Barsotti)
Le più lette:
» Ogni causa è incerta... e l'avvocato non lavora mai gratis
» Il dictum della Cassazione: è reato mettere le corna in casa alla moglie!
» Il pignoramento
» Pipì in strada, multa da 10mila euro
» Bonus nascita: dal 4 maggio le domande per gli 800 euro
In evidenza oggi
Bonus nascita: dal 4 maggio le domande per gli 800 euroBonus nascita: dal 4 maggio le domande per gli 800 euro
Controllare il conto degli avvocati viola la CEDUControllare il conto degli avvocati viola la CEDU
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF