Sei in: Home » Articoli

Cassazione: Magistrato irruento? Se offende componenti di uno studio legale dovrÓ risarcire l'intero studio

Il magistrato che in udienza offende la reputazione dei componenti di uno studio legale dovrÓ risarcire il danno all'intero studio. Lo ha stabilito la quinta sezione penale della Corte di Cassazione (Sentenza 16281/2010) chiarendo che "l'offesa alla reputazione dei componenti di un organismo professionale, coeso per via di associazione, ridonda anche a danno dell'ente medesimo". In sostanza, spiega la Corte, l'offesa diretta ai mebri di un'associazione professionale si traduce in una lesione della reputazione dell'organismo collettivo. Nel caso preso in esame da Piazza Cavour un magistrato aveva definito "ridicoli, incompetenti e maleducati" i componenti di uno studio ed era stato condannato non solo per i reati di ingiuria e diffamazione, ma anche al risarcimento del danno. La suprema Corte ha negato al magistrato anche l'invocata esimente della provocazione che era stata richiesta sulla base del fatto che lo studio avesse adottato una condotta difensiva infondata e mirata solo a scopi dilatori.
Secondo la Corte manca in tale condotta la connotazione "ingiusta" essendo piuttosto espressione, ancorchŔ fastidiosa, di legittime facoltÓ difensive.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(27/04/2010 - Roberto Cataldi)
Le pi¨ lette:
» EreditÓ: 10 cose da sapere per una consapevole pianificazione successoria
» Risarcisce il cliente l'avvocato che dimentica di iscrivere la causa e mente sul punto
» Tradimento: quello "programmato" diventa di moda tra i mariti
» Mobbing e risarcimento danni: come dimostrare di aver subito una persecuzione
» Avvocato censurato se non assolve l'obbligo della formazione
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF