Sei in: Home » Articoli

Lavoro: escluso il ricorso all'arbitrato per la risoluzione di controversie relative al licenziamento.

Non sono “compromettibili” le questioni relative al licenziamento dei lavoratori. La Commissione Lavoro della Camera ha escluso la possibilità di ricorso alla procedura arbitrale per la risoluzione di questioni relative al licenziamento. E' stato così approvato l'emendamento relativo al disegno di legge in materia di lavoro. L'annoso dibattito intorno al contenuto dell'art. 31, si è concluso ieri con l'approvazione dell'emendamento di cui al comma 9 prevedendo che, la clausola compromissoria non possa riguardare controversie relative alla risoluzione del contratto di lavoro, e riconoscendo la possibilità per le parti di farsi assistere nella certificazione, davanti alla commissione ad hoc, “da un legale di loro fiducia o da un rappresentante dell'organizzazione sindacale o professionale a cui abbiano conferito mandato”. Sul piano contenutistico è stato disposto che, il ricorso allo strumento arbitrale imponga il rispetto dei principi generali dell'ordinamento , dei principi regolatori della materia e di quelli derivanti dall'adempimento di obblighi comunitari. In ogni caso la clausola compromissoria potrà essere prevista e pattuita , se previsto , solo al termine del periodo di prova e in ogni caso non prima che siano decorsi almeno 30 giorno dalla stipulazione del contratto di lavoro. Resta salvo l'appello in Tribunale. Le modifiche apportate all'originario testo non hanno soddisfatto le parti sociali .La Cgil si è dichiarata pronta a dare battaglia.
Secondo quest'ultima il ricorso all'arbitrato non dovrebbe poter essere previsto, al momento dell'assunzione per qualsiasi tipo ti controversia, e non solo per quelle concernenti il licenziamento del lavoratore.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(26/04/2010 - Elisa Barsotti)
Le più lette:
» La manovra è legge: tutte le novità punto per punto
» Cani che abbaiano in condominio: Il punto della giurisprudenza
» Legge Pinto: cosa accade ai procedimenti in corso al 1° gennaio 2016?
» Eredità: 10 cose da sapere per una consapevole pianificazione successoria
» Con la depressione si può avere la 104?
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF