Sei in: Home » Articoli

Giustizia: Giudici di pace presto in rete con i PC di Equitalia. Primo lotto consegnato a Roma

E' stato consegnato alle cancellerie del Giudice di pace di Roma un primo lotto dei complessivi 120 computer che Equitalia Gerit ha messo a disposizione per stabilire un collegamento telematico che consente all'agente della riscossione di conoscere tempestivamente i contribuenti che sono in attesa di una sentenza. Mettendo in rete il Giudice di Pace si potranno evitare cartelle di pagamento e procedure esecutive non dovute nei confronti di chi ha fatto ricorso al Giudice di Pace. Con la consegna dei primi computer si è dato il via ad un'iniziativa basata su una convenzione, stilata con il Ministero della Giustizia, il Comune e il Giudice di Pace di Roma. Un secondo lotto di 90 PC sara' consegnato subito dopo il completamento degli interventi di adeguamento dei software sui sistemi informatici delle istituzioni coinvolte nel progetto. Il progetto però è destinato ad esterndersi oltre il territorio della capitale. Equitalia Gerit ha infatti fornito un server al Centro elaborazione dati del Ministero della Giustizia di ch edarà modo di attuare lo scambio rapido di dati per tutti i Giudici di Pace d'Italia. Si è dichiarato soddisfatto il direttore generale di Equitalia, "il lavoro che stiamo portando avanti insieme agli altri partners del progetto sta andando nella direzione giusta, a conferma che la collaborazione istituzionale e' la chiave di successo per offrire il miglior servizio alla collettivita'''.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(20/04/2010 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Avvocati: la pennichella può aiutare a vincere le cause
» Telecamere negli ospizi: approvata la prima legge regionale
» Avvocati: abolire i contributi obbligatori alla Cassa
» Milleproroghe: approvate le norme sugli avvocati
» Avvocati: via libera alla rottamazione dei debiti con la Cassa
In evidenza oggi.
Avvocati: abolire i contributi obbligatori alla Cassa
Biotestamento: arriva il diritto alla sedazione profonda?
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF