Sei in: Home » Articoli

Termini perentori per la domanda di indennità per astensione obbligatoria

La Cassazione, con sentenza 8 aprile 2010, n. 8420 ha stabilito che, con riferimento alla domanda di indennità per astensione obbligatoria (che spetta alle lavoratrici dipendenti che debbono astenersi obbligatoriamente dal lavoro nei due mesi precedenti la data presunta del parto e nei tre mesi successivi alla data effettiva del parto oppure, in caso di parto anticipato, per il periodo compreso tra la data prevista e quella effettiva del parto) la scadenza dei termini prescritti per l'esaurimento del procedimento amministrativo, si individua nella soglia di trecento giorni oltre la quale la presentazione di un ricorso tardivo non consente lo spostamento in avanti del termine di decadenza.
Pertanto il termine decorre nel caso di mancanza di un provvedimento esplicito sulla domanda dell'assicurato.
(24/04/2010 - Francesca Bertinelli)
Le più lette:
» Avvocati: ne resteranno solo 100mila
» Stalking: reato cancellato con i soldi … anche se la vittima non vuole
» Usucapione: il possesso dei genitori si trasmette ai figli
» Multe non pagate? Niente passaporto
» Avvocati matrimonialisti: l'alienazione parentale deve diventare reato
In evidenza oggi
Avvocati matrimonialisti: l'alienazione parentale deve diventare reatoAvvocati matrimonialisti: l'alienazione parentale deve diventare reato
Avvocato madre: arriva il legittimo impedimento per leggeAvvocato madre: arriva il legittimo impedimento per legge
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

La riforma del processo penale è legge
Le novità e il testo