Sei in: Home » Articoli

Sopravvenuta impossibilitÓ di lavorare nel contratto a tempo indeterminato

La Corte di Cassazione, con sentenza 28 marzo 2010, n. 7531 ha stabilito che il rapporto di lavoro a tempo indeterminato non si risolve automaticamente per la sopravvenuta impossibilitÓ della prestazione lavorativa non imputabile al lavoratore, ovvero per inidoneitÓ permanente e specifica. Pertanto, anche in tale ipotesi il lavoratore ha diritto al preavviso per garantirgli la certezza e la stabilitÓ dell'occupazione
(17/04/2010 - Francesca Bertinelli)
Le pi¨ lette:
» Isee: i Caf sospendono il servizio dal 15 maggio
» Ogni causa Ŕ incerta... e l'avvocato non lavora mai gratis
» Carta d'identitÓ elettronica: al via da oggi
» Il dictum della Cassazione: Ŕ reato mettere le corna in casa alla moglie!
» Condominio: multe fino a 2mila euro al mese all'amministratore che non comunica i nomi dei morosi
In evidenza oggi
Controllare il conto degli avvocati viola la CEDUControllare il conto degli avvocati viola la CEDU
Affido condiviso e alienazione genitoriale: collocazione prevalente da invertire o da eliminare?Affido condiviso e alienazione genitoriale: collocazione prevalente da invertire o da eliminare?
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF