Sei in: Home » Articoli

Cassazione: ritenute INPS vanno versate anche per il 'nero'

Roma - (Adnkronos) - I datori di lavoro sono tenuti a versare le ritenute previdenziali all'Inps anche per le retribuzioni 'in nero' concordate con i loro dipendenti. Lo ha stabilito la Cassazione che, ribaltando la decisione del Tribunale di Trento, ha accolto il ricorso della Procura contro l'assoluzione di un datore di lavoro che non aveva versato all'Inps le ritenute relative alle retribuzioni non registrate in busta paga. Secondo la Suprema Corte ''l'esistenza di un rapporto di lavoro di natura onerosa rappresenta condizione sufficiente per originare l'obbligo - a carico del datore di lavoro - di effettuare e versare le ritenute, previste dalla legge 638/1983 nell'interesse collettivo dei lavoratori''. Anche perche' ''la misura complessiva della retribuzione viene determinata tenendo pure conto proprio del carico previdenziale''.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(02/04/2003 - Adnkronos)
Le più lette:
» Mediazione e negoziazione assistita: casi di obbligatorietà e aspetti procedurali
» Divorzio: addio definitivo all'assegno se lei convive con un altro
» Avvocato si cancella dall'albo per fare il becchino
» Milleproroghe: le misure per gli avvocati
» L'appello incidentale nel processo del lavoro
In evidenza oggi.
Falsi certificati di malattia: carcere e multe fino a 1.600 euro anche per il medico
Avvocati: nullità della notifica dell'atto di appello eseguita nei confronti del difensore non più iscritto all'albo
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF