Sei in: Home » Articoli

E' licenziabile il dipendente che utilizza la carta di credito aziendale per scopi personali

La Corte di Cassazione, con sentenza 23 marzo 2010, n. 6956 ha stabilito che è legittimo il licenziamento del dipendente che utilizza indebitamente e consapevolmente la carta di credito aziendale per scopi personali e non per le spese di viaggio e trasferte, inadempiendo in tal modo ad un obbligo che presuppone la massima correttezza. E' inoltre esclusa la possibilità di compensare tali prelievi con somme a credito del lavoratore, in quanto il rapporto di lavoro in essere non consente alcun tipo di compensazione, dovendo i prelievi essere circoscritti alla sola prestazione lavorativa
(01/04/2010 - Francesca Bertinelli)
Le più lette:
» Autovelox: obbligo di doppia segnalazione
» Condominio: il condizionatore voluminoso va rimosso
» Divorzio: niente assegno per chi guadagna più di mille euro
» Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
» Licenziamento anche per l'assenza di pochi minuti
In evidenza oggi
Avvocatura: professione prestigiosa ma ferita dalla crisiAvvocatura: professione prestigiosa ma ferita dalla crisi
Conto cointestato: le somme prelevate quando la coppia è in crisi vanno restituiteConto cointestato: le somme prelevate quando la coppia è in crisi vanno restituite
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF