Sei in: Home » Articoli

Consulta: No ai praticanti difensori d'ufficio

Arriva il divieto della Corte Costituzionale di nominare come difensori d'ufficio i praticanti avvocati. I giudici di palazzo della consulta con la sentenza n.106 del 17 marzo 2010 hanno dichiarato la l'illegittimità costituzionale dell'art.8, comma 2 del regio decreto-legge n.1578 del 1933 (Ordinamento delle professioni di avvocato e procuratore) e successive modificazioni nella parte in cui prevede che i praticanti avvocati possano essere nominati come difensori d'ufficio. Secondo il giudizio dei giudici del Palazzo della Consulta, infatti, ne risulterebbe violato il diritto di difesa dell'imputato (a cui viene affidato d'ufficio un praticante non ancora iscritto all'albo e che quindi non ha ancora percorso l'intero iter abilitativo alla professione).
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(25/03/2010 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Cassazione: non presentarsi all'udienza è remissione tacita di querela
» Stalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero crediti
» Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
» Risarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionali
In evidenza oggi
Colpo di frusta: niente risarcimento senza TacColpo di frusta: niente risarcimento senza Tac
Stalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero creditiStalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero crediti
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF