Sei in: Home » Articoli

Ratifiche più veloci per gli atti internazionali

La Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri del 14.1.03, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 66 dello scorso 22 marzo, ha stabilito che la ratifica degli atti internazionali, da parte del governo, avverrà in tempi più stretti rispetto al passato. Le amministrazioni coinvolte, infatti, dovranno fornire il richiesto parere nel termine massimo di 30 giorni, decorso il quale il governo potrà procedere comunque. Ad ogni buon conto, l?amministrazione interessata potrà chiedere una proroga, che dovrà essere adeguatamente motivata, e in questo caso la direttiva prevede la possibilità di differire il termine a una data successiva.
Al contrario, se entro il periodo prescritto l?amministrazione non farà sapere nulla o, comunque, non fornirà il parere e non chiederà la proroga, il governo potrà agire dando per acquisito l?assenso dell?amministrazione interessata.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(30/03/2003 - Marina Demaria)
Le più lette:
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Cassazione: non presentarsi all'udienza è remissione tacita di querela
» Stalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero crediti
» Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
» Risarcimento danni: in arrivo le tabelle uniche nazionali
In evidenza oggi
Colpo di frusta: niente risarcimento senza TacColpo di frusta: niente risarcimento senza Tac
Stalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero creditiStalking bancario: reato anche per l'incaricato dell'agenzia di recupero crediti
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF