Sei in: Home » Articoli

Agenzia delle Entrate: misure cautelari per chi non paga i tributi

Misure cautelari per garantire la riscossione dei tributi evasi: è questo il contenuto della circolare n.4/E del 15 febbraio scorso emanata dall'Agenzia delle Entrate che fornisce tutte le informazioni per una precisa applicazione delle disposizioni contenute nelle leggi legge n. 2/2009 e la legge n.102/2009. Nelle quaranta pagine della circolare indicata viene quindi precisato che le misure cautelari come l'iscrizione di ipoteca ed esecuzione, mediante ufficiale giudiziario e del sequestro conservativo, non saranno più esperibili soltanto in presenza di sanzioni ma anche sui tributi non pagati. Per cui, l'amministrazione finanziaria potrà chiedere l'iscrizione a ipoteca sui beni detenuti dal contribuente evasore e l'autorizzazione a procedere al sequestro conservativo. Dalla nota diffusa dal governo emerge inoltre che tali strumenti potranno inoltre essere utilizzati anche nei casi in cui il contribuente evita il contenzioso con il fisco e definisce il rapporto tributario attraverso gli istituti di adesione ai contenuti del processo verbale di contestazione (PVC) o dell'invito al contraddittorio, che non prevedono la prestazione di garanzie.
Per l'applicazione delle misure cautelari sarà necessario un atto di contestazione, un provvedimento di irrogazione delle sanzioni, dell'avviso di accertamento, di un processo verbale di contestazione o di un atto di recupero: è da questi atti che dovrà emergere la veridicità della pretesa tributaria per l'applicazione delle misure cautelari per i tributi inevasi.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(02/03/2010 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Pensioni pagate in più, l'Inps non può chiedere indietro i soldi
» Avvocati: al via la petizione contro la Cassa forense
» In bus senza biglietto: non scendere è reato
» Casalinga quarantenne: sì al mantenimento anche se in grado di lavorare
» Paga le tasse auto con 700 kg di monete … e manda gli uffici in tilt
In evidenza oggi.
Avvocati: al via la petizione contro la Cassa Forense
Parte da Catania la petizione contro i costi della Cassa Previdenza Forense
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF