Sei in: Home » Articoli

Relazione in Parlamento sullo stato della giustizia italiana.

╚ stata presentata il 20 gennaio scorso la relazione sull'amministrazione della giustizia in Italia e i provvedimenti realizzati e quelli da realizzare relativi all'anno appena trascorso. Dalla relazione emerge che sono 5 i milioni di procedimenti pendenti nel settore civile, mentre tre milioni di procedimenti pendono nel settore penale. Il numero totale dei detenuti sarebbe di circa 65.067 di cui 24152 sarebbero stranieri. Tra i dai pi¨ significativi troviamo un 12% che rappresenta i procedimenti rinviati per omessa p irregolare notificata o le decine di migliaia di cittadini (circa 30 mila) che si sono rivolte alla giustizia per essere indennizzate per irragionevole durata del processo: esse rappresenterebbero il 40% rispetto all'anno 2008. A fronte di tale situazione di emergenza, il Ministro della giustizia, Angelino Alfano ha stabilito le misure organizzative, le innovazioni legislative e gli impegni per anno in corso. Oltre alle previsioni per l'anno 2010, il Guardasigilli ha poi illustrato le innovazioni messe a punto nell'anno 2009, come l'introduzione del reato dello Stalking, gli interventi sulle intercettazioni, la coperture delle sedi disagiate e la gestione del personale amministrativo. Infine Alfano ha poi ricordato gli interventi contenuti nelle cosiddette norme antimafia e tutte le disposizioni per la risoluzione della questione del sovraffollamento nelle carceri.
Per ulteriori informazioni sulla relazione, www.giustizia.gov.it.
(03/02/2010 - Luisa Foti)
Le pi¨ lette:
» Avvocati e professionisti: Ŕ nata la prima polizza a tutela delle parcelle
» In arrivo gli sportelli di prossimitÓ, dove non ci sono pi¨ i tribunali
» Separazione: addebito al marito per l'amicizia intima che fa sospettare il tradimento
» Trasferimento di strumenti finanziari come ipotesi di donazione diretta ad esecuzione indiretta
» Pensioni: riscatto gratis laurea legato al merito
In evidenza oggi
Le chat su WhatsApp valgono come provaLe chat su WhatsApp valgono come prova
Avvocati e professionisti: Ŕ nata la prima polizza a tutela delle parcelleAvvocati e professionisti: Ŕ nata la prima polizza a tutela delle parcelle
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF