Sei in: Home » Articoli

Riconosciute al lavoratore le mansioni di fatto anche se formalmente assegnate ad un superiore

Lavoratori più tutelati sulle mansioni svolte in azienda. Gli vanno infatti riconosciute quelle superiori, di fatto svolte, anche quando l'impresa ha conferito formalmente quell'incarico a un quadro. Lo ha stabilito la Corte di cassazione che, con la sentenza n. 27825/2009, ha respinto il ricorso delle Poste. "Al fine di escludere il diritto del dipendente alla superiore qualifica - si legge in sentenza - per effetto dei contenuti professionali delle mansioni svolte per il periodo di tempo minimo previsto dalla normativa, non è sufficiente che il datore di lavoro, nell'esercizio del suo potere organizzativo, conferisca ad altri dipendenti la titolarità formale delle mansioni stesse, ovvero degli elementi più qualificanti delle stesse (nella specie, la responsabilità di un reparto qualificato come unitario)".
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(04/02/2010 - Francesca Bertinelli)
Le più lette:
» In arrivo il "congedo mestruale"
» Equitalia: rottamazione anche per il sovraindebitamento
» Tasse ridotte dal giudice fino al 90%
» Gassani: 1 coppia su 5 in Italia separata in casa, per non finire sul lastrico
» Autovelox: nei centri abitati serve la pattuglia
In evidenza oggi.
Avvocati: mantenimento alla ex moglie che ha lasciato la toga
Per la Cassazione se la professione è abbandonata per curare gli interessi del marito, l'assegno va corrisposto anche se il matrimonio è stato breve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF