Sei in: Home » Articoli

Parcella del professionista ed esigibilità del credito.

L?invio della parcella dal professionista al cliente non condiziona necessariamente l?esigibilità del credito. Lo ha stabilito la Seconda Sezione Civile della Corte di Cassazione (sent. 2561/2003) precisando che tale credito può essere fatto valere anche con il semplice invio di un estratto conto che valga come richiesta di pagamento e atto di costituzione in mora. In tale ipotesi, qualora il debitore voglia effettuare la contestazione della conformità del credito rispetto alla tariffa professionale, avrà l?onere di specificare le singole voci che ritiene difformi rispetto alla tariffa e sarà compito del giudice verificare l?esattezza delle contestazioni facendo riferimento, appunto, alla tariffa professionale.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(19/03/2003 - Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Avvocati: redditi sempre più bassi, è allarme
» Canone Rai: chi non vuole pagare nel 2017 deve dichiararlo entro dicembre
» Trenitalia: treni "nascosti" per fare acquistare i viaggi più cari, Antitrust apre istruttoria
» Cassazione: la clausola claims made non è vessatoria
» I compensi per l'atto di precetto con tabella e strumento di calcolo online
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF