Sei in: Home » Articoli

Welfare: pubblicato decreto ministeriale su danni da vaccinazioni obbligatorie

È stato pubblicato il 13 gennaio scorso il decreto ministeriale approvato nell'ottobre 2009 per integrare le disposizioni in materia di benefici a cui hanno diritto le persone danneggiate dalle vaccinazioni. Il decreto individua inoltre i criteri necessari alla formazione delle graduatorie. Secondo quanto prescrive la legge n. 210 del 1992 (Indennizzo a favore dei soggetti danneggiati da complicanze di tipo irreversibile a causa di vaccinazioni obbligatorie, trasfusioni e somministrazione di emoderivati) chiunque, a causa di vaccinazioni obbligatorie, abbia riportato lesioni o infermità dalle quali sia derivata una menomazione permanente dell'integrità psico-fisica, ha diritto ad un indennizzo. La successiva normativa individua poi un ulteriore indennizzo di sei, cinque e quattro volte in più rispetto ai benefici disposti con la normativa del 1992. Il decreto pubblicato recentemente si interessa di regolare la corresponsione dell'indennizzo aggiuntivo e dell'assegno una tantum (ex legge n. 229/2005). Il provvedimento ministeriale si occupa di formare una graduatoria sulla base di una serie parametri e cioè il criterio cronologico di presentazione delle istanze degli aventi titolo, accompagnato dai parametri correttivi della gravità dell'affezione o della difficoltà economica degli aventi titolo e dei loro nuclei familiari.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(22/01/2010 - Luisa Foti)
Le più lette:
» In arrivo il "congedo mestruale"
» Equitalia: rottamazione anche per il sovraindebitamento
» Tasse ridotte dal giudice fino al 90%
» Gassani: 1 coppia su 5 in Italia separata in casa, per non finire sul lastrico
» Autovelox: nei centri abitati serve la pattuglia
In evidenza oggi.
Avvocati: mantenimento alla ex moglie che ha lasciato la toga
Per la Cassazione se la professione è abbandonata per curare gli interessi del marito, l'assegno va corrisposto anche se il matrimonio è stato breve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF