Sei in: Home » Articoli

Attività del messo notificatore: presunzione relativa della natura subordinata del rapporto

Ai sensi dei Dlgs 46/99 e 112/99 e dell'art.159 della l. 296/2006, si stabilisce che l'incarico di messo notificatore può essere affidato anche a soggetti non legati da un rapporto di lavoro subordinato con l'ente locale o con l'agente unico per la riscossione, purchè gli stessi, per qualifica professionale, esperienza, capacità ed affidabilità forniscano idonea garanzia del corretto svolgimento delle funzioni assegnate, ove, invece, il contratto di collaborazione coordinata e continuativa formalmente sottoscritto dalle parti, in assenza dei requisiti della specificità e della temporaneità del progetto e/o del programma di lavoro, non risulti conforme allo schema legale, in tal caso troverà ingresso la presunzione circa la natura subordinata del rapporto di lavoro, presunzione che deve essere qualificata come relativa, in quanto ove si accogliesse la soluzione contraria, si finirebbe per qualificare come subordinata, in assenza di progetto, anche una prestazione effettivamente e genuinamente autonoma ( Trib. Genova 663/2009).
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(13/01/2010 - Francesca Bertinelli)
Le più lette:
» Multe: quando scadono?
» Catene di Sant'Antonio su Whatsapp: chi c'è dietro e chi ci guadagna
» Avvocati: gli errori che rischiano di ostacolare la carriera
» Terremoto: ecco dove finiscono i soldi degli sms di solidarietà
» Isee: il software Inps per calcolarlo online
In evidenza oggi.
Avvocati: mantenimento alla ex moglie che ha lasciato la toga
Per la Cassazione se la professione è abbandonata per curare gli interessi del marito, l'assegno va corrisposto anche se il matrimonio è stato breve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF