Sei in: Home » Articoli

Cassazione: valutazione delle esigenze cautelari per la custodia in carcere

Per la custodia cautelare in carcere occorre applicare criteri non ipotetici. Secondo la Cassazione, il pericolo di reiterazione criminosa, nella testuale previsione di cui alla lett. c) comma 1 dell'art. 274 cod.proc.pen. deve assumere (come per tutti i pericula libertatis) carattere di concretezza, cioè connotarsi di effettività ed attualità, sicché resti autorizzata la prognosi di probabile accadimento della situazione compromissoria della tutela della collettività che la misura cautelare intende salvaguardare, non essendo quindi sufficiente all'applicazione della misura stessa l'astratta possibilità che l'indagato (o l'imputato) reiteri il delitto (Cassazione - Sezione Quinta Penale, Sentenza 25 febbraio 2003, n.9008/2003).
Leggi il provvedimento su www.filoriditto.com
(18/03/2003 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Avvocati matrimonialisti: l'alienazione parentale deve diventare reato
» Avvocato madre: arriva il legittimo impedimento per legge
» Divorzio: scacco matto all'assegno per la ex
» Divorzio finto per pagare meno tasse: sono oltre 6mila
» Legge 104: nuove regole per chiedere i permessi
In evidenza oggi
Addio, Professore!Addio, Professore!
Separazioni online: le prime a VicenzaSeparazioni online: le prime a Vicenza
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

La riforma del processo penale è legge
Le novità e il testo