Sei in: Home » Articoli

Coldiretti: gli italiani ricilano i regali di Natale. Una pratica seguita da pių di una persona su 5

Secondo un'analisi della Coldiretti pių di un italiano su 5 avrebbe deciso quest'anno di riciclare i regali ricevuti per Natale vendendoli in Internet oppure direttamente in un negozio. Probabilmente anche questa č una delle conseguenze della Crisi economica. L'analisi trae spunto dall'indagine Deloitte 'Xmas Survey 2009' che tra le altre cose evidenzia come in Europo gli italiani, i tedeschi e gli spagnoli, sono i pių inclini a questa pratica del "riciclaggio doni". La Coldiretti sostiene che "I prodotti con il minor tasso di riciclo sono quelli dell'enogastronomia locale che alimentano i momenti di convivialita' e rappresentano una tradizione consolidata del Belpaese mentre piu' a rischio sono i capi di abbigliamento, i prodotti per la casa o quelli tecnologici che sono molto gettonati tra gli acquisti di Natale.
Lo dimostra il fatto che secondo un sondaggio on line condotto dal sito www.coldiretti.it per quasi quattro italiani su dieci (39 per cento) quello nogastronomico e' il 'regalo che si vorrebbe trovare sotto l'albero' seguito dal 21 per cento che sceglie un capo di abbigliamento, il 15 per cento cd/dvd, il 13 per cento l'ultima novita' della tecnologia informatica del futuro e 'altro' il 12 per cento". Naturalmente - sottolina la Coldiretti - pių i regali sono originali pių diventa difficile riciclarli.
(27/12/2009 - Roberto Cataldi)
Le pių lette:
» Incidenti stradali: addio ai testimoni di comodo
» Avvocati: quali sanzioni in caso di mancato preventivo?
» Niente avvocati esterni per l'Agenzia Entrate Riscossione
» Avvocati contro la violenza sulle donne: il progetto Travaw
» Video e foto sui social all'insaputa di chi č ripreso? Ora si rischia il carcere
In evidenza oggi
Divorzio: niente assegno per chi guadagna pių di mille euroDivorzio: niente assegno per chi guadagna pių di mille euro
Video e foto sui social all'insaputa di chi č ripreso? Ora si rischia il carcereVideo e foto sui social all'insaputa di chi č ripreso? Ora si rischia il carcere
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF