Sei in: Home » Articoli

Conciliazione: accertamento ispettivo

Il Ministero del lavoro, con nota 10.11.2009, n. 17056, s’interroga sulla possibilità di annullare in sede di autotutela il provvedimento ingiuntivo adottato, in ragione dell’intervenuta conciliazione giudiziale in una causa di lavoro promossa dalla lavoratrice denunciante nei confronti del datore di lavoro destinatario delle snzioni. A tal proposito, la direzione del Ministero evidenzia che la conciliazione intervenuta con la lavoratrice non comporta una conferma dell’assunto dell’autonomia del rapporto lavorativo posto in essere.
Infatti, l’oggetto della transazione non è il rapporto o la situazione giuridica cui si riferisce a discorde valutazione delle parti, ma la lite cui questa ha dato o può dar luogo e che le parti intendono eliminare mediante le reciproche concessioni. Da tale principio discende che l’amministrazione, anche in caso di conciliazione tra il lavoratore ed il datore, non perde il potere-dovere di portare a conclusione la procedura sanzionatoria, anche nei suoi sviluppi processualistici.
(08/12/2009 - Francesca Bertinelli)
Le più lette:
» Trattamento fine rapporto: il calcolo online e il calcolo manuale
» La domanda riconvenzionale nel giudizio ordinario
» Strisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causa
» Avvocati di strada: è boom di richieste per i legali gratuiti
» Avvocati: cos'è e come funziona la card per girare in Europa
In evidenza oggi
Ogni causa è incerta... e l'avvocato non lavora mai gratisOgni causa è incerta... e l'avvocato non lavora mai gratis
Il dictum della Cassazione: è reato mettere le corna in casa alla moglie!Il dictum della Cassazione: è reato mettere le corna in casa alla moglie!
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF