Sei in: Home » Articoli

Trattamento di fine rapporto Fondo di garanzia

La Cassazione (sent. n. 22647/2009) afferma che, se il datore un imprenditore commerciale soggetto alle procedure esecutive concorsuali, il lavoratore, per poter ottenere l'immediato pagamento del Tfr da parte del Fondo di garanzia, deve provare, oltre alla cessazione del rapporto e all'inadempimento, in tutto o in parte, posto in essere dal debitore, anche lo stato d'insolvenza in cui versa quest'ultimo. I giudici della Corte scrivono che "l'intervento del Fondo di garanzia pu realizzarsi solamente se il lavoratore assolve all'onere di dimostrare, in primo luogo, che stata emessa la sentenza dichiarativa di fallimento e, in secondo luogo, che il suo credito stato ammesso nello stato passivo".
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(05/12/2009 - Francesca Bertinelli)
Le pi lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa n obbligo di iscrizione
» Stalking: gratuito patrocinio a prescindere dal reddito
» Regime dei minimi: com'era e com'
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Negoziazione assistita senza notaio: Aiga, ora spazio agli avvocati
In evidenza oggi
Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?Multe: quali sono i "vizi" che le rendono nulle?
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF