Sei in: Home » Articoli

Miur: “le ali del futuro”, progetto per il reinserimento dei minori detenuti

Garantire reinserimento ai minori detenuti: è questo l'obiettivo del progetto “Le ali al futuro”, iniziativa che parte dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, per l'istruzione negli Istituti penali minorili. “L'istruzione negli istituti penali minorili deve integrarsi al meglio con il sistema scolastico e di formazione professionale nazionale per garantire un effettivo reinserimento scolastico e lavorativo. E' importante che tutti coloro che operano in un settore così delicato contribuiscano all'elaborazione di una strategia nazionale per garantire un futuro anche a chi ha commesso qualche errore”. Sono state queste le dichiarazioni del Ministro Gelimini, durante la riunione del Comitato e del Gruppo di lavoro, tenutasi il 25 novembre, presso la sede del Miur, in cui sono state presentate le linee guida del progetto. Il Comitato e il Gruppo di lavoro de “le ali del futuro” è composto da rappresentanti del Miur e del Ministero della giustizia, dai direttori degli istituti penali e dei Presidi delle scuole che hanno corsi di studio presso gli istituti detentivi per minori.
Il progetto, che inizialmente vedrà una sperimentazione in sei istituti per poi allargarsi in tutto il territorio nazionale, avrà come budget iniziale una cifra di 1,5 milioni di euro.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(01/12/2009 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizione
» Stalking: gratuito patrocinio a prescindere dal reddito
» Regime dei minimi: com'era e com'è
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Negoziazione assistita senza notaio: Aiga, ora spazio agli avvocati
In evidenza oggi
Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debitoEquitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
Corrente elettrica: indennizzi automatici fino a 1.000 euro per interruzioni prolungateCorrente elettrica: indennizzi automatici fino a 1.000 euro per interruzioni prolungate
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF