Sei in: Home » Articoli

Dirigenti: quando spetta l'indennità sostitutiva delle ferie

La Cassazione (sent. 16 giugno 2009, n. 13953) affronta la questione della sussistenza in capo al dirigente del diritto al pagamento dell'indennità sostitutiva delle ferie non godute, allorché il dirigente, ove dotato del potere di autodeterminare il proprio periodo di ferie, non eserciti il potere medesimo e non fruisca, quindi, del periodo di riposo annuale; in tal caso non ha diritto all'indennità sostitutiva delle ferie non godute, a meno che non provi la ricorrenza di necessità aziendali assolutamente eccezionali ed obbiettive ostative alla suddetta fruizione. Tuttavia, la Corte puntualizza che non è possibile introdurre una presunzione, per tutti i dirigenti, di piena autonomia decisionale nella scelta del “se e quando godere delle ferie, essendo evidente che tale potere non spetta a tutti i dirigenti in quanto tali”.
(23/12/2009 - Francesca Bertinelli)
Le più lette:
» Multa di 3mila euro per gli avvocati che non "denunciano" il cliente sospetto
» Pensioni: allo studio lo sconto di tre anni per l'uscita anticipata delle donne
» Per amici e parenti l'avvocato può anche lavorare gratis
» Ciclisti: arriva il divieto di sorpasso a meno di 1,5 metri
» Separazione: va mantenuta la ex disoccupata anche se può trovarsi un lavoro
In evidenza oggi
Avvocati: fino a 500 euro al mese di contributi per pagare i praticantiAvvocati: fino a 500 euro al mese di contributi per pagare i praticanti
Giudizio di cassazione e adunanza camerale: se il controricorso è tardivo, la memoria ora è ammissibileGiudizio di cassazione e adunanza camerale: se il controricorso è tardivo, la memoria ora è ammissibile
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF