Sei in: Home » Articoli

Sviluppo Economico: “If you speak fashion, you speak Italian”. Promozione moda italiana negli States

Il Ministro dello Sviluppo Economico, Claudio Scajola e il Presidente dell' Istituto nazionale per il Commercio Estero (ICE), Umberto Vattani hanno lanciato nei giorni scorsi, la campagna “If you speak fashion, you speak Italian”. La campagna di comunicazione è destinata al mercato statunitense e prevede lo stanziamento di 3,5 milioni di dollari dall'ottobre 2009 all'aprile 2010. Il progetto prevede azioni per stimolare l'acquisto dei prodotti italiani di moda da parte dei consumatori nordamericani e campagna di comunicazione per rilanciare il “sogno italiano” nell'immaginario Usa.
Le prime iniziative concrete hanno visto l'incontro di una delegazione di gioiellieri americani presso la rassegna “Vicenza Oro Choice”. Inoltre, una delegazione di “Buyer” è stata presente alle varie sfilate milanesi, in particolare alle sfilate dei giovani stilisti del “Progetto Incubatore”, alla Fiera di Milano del “Pret a Porter” e alla presentazione di “Who's on next”, il premio per giovani talenti organizzato da Alta Roma e Vogue Italia. Per ulteriori informazioni www.governo.it/GovernoInforma/Dossier/campagna_ice_moda/
(26/10/2009 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Autovelox: obbligo di doppia segnalazione
» Condominio: il condizionatore voluminoso va rimosso
» Divorzio: niente assegno per chi guadagna più di mille euro
» Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
» Licenziamento anche per l'assenza di pochi minuti
In evidenza oggi
Avvocatura: professione prestigiosa ma ferita dalla crisiAvvocatura: professione prestigiosa ma ferita dalla crisi
Multa di 110 euro per chi fuma in auto davanti ai figli minoriMulta di 110 euro per chi fuma in auto davanti ai figli minori
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF