Sei in: Home » Articoli

La Corte dei Conti: la PA non esige i suoi crediti

Roma (Adnkronos) - Sono almeno 250 i crediti della pubblica amministrazione ''dimenticati'': lo rivela un'indagine della Corte dei Conti che accusa la Pa di trasferire i crediti su diverse contabilita' e alla fine si 'disinteressa' del recupero. Secondo la Corte anche la gestione del recupero crediti e' ''carente di attenzione, di tempestivita' e trasparenza''. Una situazione che deve essere percepita dalla magistratura contabile quantomeno come frustrante: mentre infatti si cerca di scovare soldi ''dimenticati'' della pubblica amministrazione anche attraverso uno sforzo di indagine che certo non deve essere semplice e diverse condanne, dall'altra parte ci si trova davanti anche a ''disordini organizzativi derivanti dall'apparato finanziario''. Disordini che deriverebbero dalle difficolta' interpretative di un decreto del 1998 per la semplificazione dei procedimenti di esecuzione.
(02/03/2003 - Roberto Cataldi)
Le più lette:
» Trattamento fine rapporto: il calcolarlo online e il calcolo manuale
» Strisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causa
» Avvocati di strada: è boom di richieste per i legali gratuiti
» Appalto: la garanzia per vizi e difformità dell'opera
» Avvocati: oggi la manifestazione nazionale a Roma contro la Cassa Forense
In evidenza oggi
Contratti luce: se il consenso del cliente è "estorto" si torna al vecchio fornitoreContratti luce: se il consenso del cliente è "estorto" si torna al vecchio fornitore
Strisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causaStrisce blu, sosta gratis se non c'è il bancomat: ecco il testo della sentenza e l'intervista allo studio legale che ha vinto la causa
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF