Sei in: Home » Articoli

Istruzione: misure applicative del decreto salva-precari

Secondo quanto rende noto la Presidenza del consiglio dei Ministri, è stato adottato il decreto-legge a tutela del posto di lavoro del personale precario della scuola, “per consentire una maggiore efficienza in termini di risparmio di tempo e di risorse nel conferimento delle supplenze, al fine di garantire la continuità del servizio scolastico ed educativo per l'anno 2009-2010”, come si legge dal preambolo del decreto-legge 25 settembre 2009, n.134. Il 29 settembre scorso, poi, è stato firmato il decreto ministeriale attuativo contenente le misure applicative e i modelli da utilizzare per la partecipazione all'assegnazione delle supplenze.
Il cd. decreto “salva-precari” ha stabilito come termine ultimo per presentare la domanda il 14 ottobre, prorogando il termine del 9 ottobre inizialmente previsto. Il provvedimento, condiviso dalle maggiori organizzazioni sindacali, permette di indicare una sede provinciale a scelta tra quella che ha gestito la graduatoria ad esaurimento e quella nella cui graduatoria di circolo o di istituto si è inseriti per questo anno scolastico, secondo quanto si apprende dalla nota diffusa dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Infine, il governo fa sapere che le procedure amministrative per provvedere al pagamento dell'indennità di disoccupazione saranno semplificate grazie alla convenzione stipulata tra l'INPS e il Ministero del Welfare.
(13/10/2009 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Trasferimento ex legge 104: l'istanza di cambio incarico non può essere trascurata dall'amministrazione
» Caregiver: in arrivo fino a 1.900 euro per chi assiste un familiare disabile
» Assicurazione avvocati: al via il countdown per l'obbligo di polizza
» Codice della strada: al via le multe europee
» Tabelle millesimali condominio: la Cassazione fa il ripasso
In evidenza oggi
Obbligare la moglie a discutere è reatoObbligare la moglie a discutere è reato
Telefonia: reato attivare un servizio mai richiesto dal clienteTelefonia: reato attivare un servizio mai richiesto dal cliente
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF