Sei in: Home » Articoli

Cassazione: falsità delle fatture? L'onere della prova è del Fisco

La Quinta Sezione Civile della Corte di Cassazione (Sent. n. 21317/2009) ha stabilito che è onere del fisco provare "che l'operazione commerciale, documentata dalla fattura", in realtà non è mai stata posta in essere. La Corte ha infatti evidenziato che “in tema di accertamento delle imposte sui redditi, nella ipotesi di costi documentati da fatture che l'amministrazione finanziaria ritenga relative ad operazioni inesistenti, non spetta al contribuente provare che l'operazione è effettiva, ma spetta all'amministrazione che adduce la falsità del documento e, quindi, l'esistenza di un maggiore imponibile, provare che l'operazione commerciale, documentate dalla fattura, in realtà non è stata mai posta in essere”.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(15/10/2009 - Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Cassazione: il giudice non può mortificare gli avvocati con compensi irrisori
» Il figlio che non aiuta i genitori commette reato
» Diritto all'indennità di accompagnamento e Inps: la Cassazione accoglie la domanda
» Multe e bolli: come si rottamano e cosa si risparmia
» Il rifiuto della notifica di un atto giudiziario
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF