Sei in: Home » Articoli

Welfare: campagna di comunicazione sull'inclusione sociale degli immigrati

Secondo quanto rende noto la Presidenza del Consiglio dei Ministri, è partita il 3 ottobre scorso la seconda fase della campagna sull'inclusione sociale promossa dal Ministero del Lavoro, della salute e delle politiche sociali al fine di favorire la convivenza tra italiani e stranieri regolarmente presenti nel territorio italiano. La campagna, che ha il fine di promuovere la conoscenza di diritti e doveri espressi nella nostra Carta costituzionale, delle normative che disciplinano l'immigrazione e delle disposizioni di tutela contro la discriminazione su base etnica e razziale, sarà finanziata in questa seconda fase con il Fondo Europeo per l'integrazione di cittadini dei Paesi Terzi. Oltre alla campagna pubblicitaria, verranno quindi organizzati vari eventi, come ad esempio il “Weekend dell'integrazione”, un evento con manifestazioni sportive (come atletica, basket, calcio, ciclismo, danza sportiva, mini volley, nuoto, pallavolo, tennis da tavolo) e il “Tour dell'Integrazione”, evento che toccherà le città di Catania, Milano, Parma, Perugia, Roma, Napoli, Torino, Verona.
Sarà proprio durante quest'evento che varrà distribuito il vademecum plurilingue “L'immigrazione: come, dove, quando?”, in cui si potranno trovare informazioni sulla Costituzione Italiana, sui diritti, sui doveri degli immigrati e sui servizi messi a loro disposizione tradotto in Albanese, Arabo, Cinese, Francese, Inglese, Italiano, Russo, Spagnolo.
(06/10/2009 - Luisa Foti)
Le più lette:
» Incidenti stradali: addio ai testimoni di comodo
» Il pignoramento del conto cointestato
» Il perfezionamento della notifica di un atto giudiziario consegnato a persona diversa dal destinatario
» Gli avvocati non crescono più
» Polizza furto auto: condannata la compagnia di assicurazioni che non dà la prova contraria
In evidenza oggi
Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcereVideo e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
Licenziamento anche per l'assenza di pochi minutiLicenziamento anche per l'assenza di pochi minuti
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF