Sei in: Home » Articoli

Privacy: più tutela sui dati dei clienti nelle banche

Il Garante per la protezione dei dati personali (Newsletter del 9.09.2009) ha stabilito che occorre una maggiore tutela per i dati dei clienti conservati dalle banche. In particolare, l'Autorità ha chiarito che la banca deve proteggere con particolare attenzione i dati della clientela e deve dare immediata notizia al titolare del conto di eventuali accessi ingiustificati, anche se effettuati da propri dipendenti, alle informazioni riguardanti il conto corrente. Il Garante, intervenendo nei confronti di una Banca (‘rea' di aver fatto trapelare al marito di una cliente informazioni del conto personale della moglie con cui era in fase di separazione), ha prescritto al gruppo bancario di adottare misure di sicurezza idonee a garantire la scrupolosa vigilanza sull'operato degli incaricati, e di sensibilizzare i funzionari al rigoroso rispetto delle norme sulla privacy attraverso attività di formazione.
Ha inoltre stabilito che la banca, una volta acquisita la conoscenza di accessi non autorizzati ai dati della clientela, inclusi quelli eventualmente effettuati dai suoi dipendenti, è tenuta a comunicarlo tempestivamente agli interessati.
(26/09/2009 - Avv.Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Avvocati: ne resteranno solo 100mila
» Stalking: reato cancellato con i soldi … anche se la vittima non vuole
» Usucapione: il possesso dei genitori si trasmette ai figli
» Multe non pagate? Niente passaporto
» Avvocati matrimonialisti: l'alienazione parentale deve diventare reato
In evidenza oggi
Avvocati matrimonialisti: l'alienazione parentale deve diventare reatoAvvocati matrimonialisti: l'alienazione parentale deve diventare reato
Avvocato madre: arriva il legittimo impedimento per leggeAvvocato madre: arriva il legittimo impedimento per legge
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF

La riforma del processo penale è legge
Le novità e il testo