Sei in: Home » Articoli

Cassazione: la suocera può insultare l'amante del genero

Quinta sezione penale sentenza 34247/2009
Se la suocera vede sfumare il matrimonio di sua figlia per colpa di un'altra può tranquillamente insultare l'amante del genero senza commetter reato. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione (Quinta sezione penale sentenza 34247/2009) legittimando i genitori a sfoghi verbali per dare sostegno ai propri figli traditi. Sussisterebbe in questi casi l'esimento della provocazione giacchè "il legame con l'offeso" e' tale "da giustificare lo stato d'ira e quindi la reazione offensiva". La Corte ha così assolto una mamma che presentandosi davanti all'amante del genero l'aveva ricoperta di insulti dicendole anche 'ti squarto', 'brutta puttana'. Finita sotto processo la donna veniva subito assolta ed ora anche la suprema corte ha confermato il verdetto. "l'esimente", prevista dall'art. 599 c.p., spiega la Corte, e' "applicabile anche nel caso in cui la reazione dell'agente sia stata diretta contro persona diversa dal provocatore, quando quest'ultima sia legata all'offeso da rapporti tali da giustificare, alla stregua delle comuni regole di esperienza, lo stato d'ira e quindi la reazione offensiva". E la rabbia di un genitore di fronte al tradimento che ha subito il proprio figlio si può comprendere.
Altre informazioni su questa sentenza
(14/09/2009 - N.R.)
Le più lette:
» Incidenti stradali: addio ai testimoni di comodo
» Avvocati: quali sanzioni in caso di mancato preventivo?
» Niente avvocati esterni per l'Agenzia Entrate Riscossione
» Avvocati contro la violenza sulle donne: il progetto Travaw
» Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
In evidenza oggi
Divorzio: niente assegno per chi guadagna più di mille euroDivorzio: niente assegno per chi guadagna più di mille euro
Video e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcereVideo e foto sui social all'insaputa di chi è ripreso? Ora si rischia il carcere
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF