Sei in: Home » Articoli

Irap: Professionista ottantenne guadagna molto? Non è detto che si serva di una "autonoma organizzazione"

Con la sentenza n. 19515 del 10 settembre 2009, la sezione tributaria civile della Corte di Cassazione ha stabilito che l'anziano professionista che guadagna tanto non si serve necessariamente di una ”autonoma organizzazione”, presupposto da cui sorge l'obbligo del pagamento dell'Irap. La pronuncia della Cassazione, ribalta la pronuncia di secondo grado, secondo cui il presupposto dell'Irap doveva presumersi in relazione al reddito percepito dall'ottuagenario contribuente, ordinario di procedura penale e consulente, tenuto conto dell'attività di alta specializzazione svolta e alle condizioni personali del contribuente.
“L'elevata specializzazione del professionista – si legge dalle motivazioni degli Ermellini - è elemento che concorre ad aumentare il reddito anche in assenza di organizzaizone. L'età, se non impedisce sul paino intellettuale il pieno svolgimento della professione, come conferma nella specie l'elevato reddito, non incide minimamente sul piano fisico nella svolgimento dell'attività professionale che si compendia nel leggere, studiare, pensare e nello scrivere, attività consentite a tutte le età. Si deve concludere che gli elevati specializzazione ed età sono stati illogicamente ritenuti elementi presuntivi per disattendere la prova offerta dal contribuente”.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(13/09/2009 - Luisa Foti)
Le più lette:
» In arrivo il "congedo mestruale"
» Equitalia: rottamazione anche per il sovraindebitamento
» Tasse ridotte dal giudice fino al 90%
» Gassani: 1 coppia su 5 in Italia separata in casa, per non finire sul lastrico
» Autovelox: nei centri abitati serve la pattuglia
In evidenza oggi.
Avvocati: mantenimento alla ex moglie che ha lasciato la toga
Per la Cassazione se la professione è abbandonata per curare gli interessi del marito, l'assegno va corrisposto anche se il matrimonio è stato breve
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF