Sei in: Home » Articoli

Senato: all'ordine del giorno i disegni di legge in materia di prevenzione delle frodi nel settore del credito al consumo

Questo pomeriggio l'assmblea del Senato si riunirà per discutere i disegni di legge per la prevenzione delle frodi nel settore del credito al consumo, dei pagamenti dilazionati o differiti e del settore assicurativo. Si tratta dei DDL 414 e 507 che potete consultare in allegato al termine di questa news. L'argomento è stato affrontato dalla Commissione Finanze in sede referente che ha concluso l'esame il 9 luglio 2009 conferendo all'unanimità alla relatrice Germontani il mandato a riferire favorevolmente in Assemblea sul testo unificato delle 2 proposte, con le modificazioni accolte in sede referente.
Il testo unificato è stato presentato e discusso nella seduta del 5 novembre 2008 (in allegato al resoconto). La relatrice Germontani ha osservato che «La situazione generale del Paese, le difficoltà economiche delle famiglie italiane e il ricorso a forme di pagamento dilazionate o, comunque, differite nel tempo, rendono ormai indifferibile l'adozione di un organico intervento legislativo». Lo scopo del provvedimento, aggiunge, è quello di «prevenire il fenomeno delle frodi attraverso strumenti di accertamento dell'identità e dell'effettiva capacità di reddito del soggetto richiedente l'accesso al credito; costituire un deterrente in grado di dissuadere i potenziali frodatori e ridurre il contenzioso giudiziario civile e penale».
Vai al testo dei due disegni di legge
(09/09/2009 - Notiziario)
Le più lette:
» Il contratto di locazione - contenuto e forma. Con fac-simile
» Affido condiviso: i figli restano nella casa familiare, saranno i genitori ad alternarsi
» Avvocati: 15mila euro dalla Cassa per avviare lo studio
» Violenza donne: arriva il braccialetto obbligatorio per gli stalker e il risarcimento statale per le vittime
» Fumare in spiaggia: multe fino a 300 euro per chi butta i mozziconi
In evidenza oggi
Divorzio: assegno solo a chi guadagna meno di mille euro al meseDivorzio: assegno solo a chi guadagna meno di mille euro al mese
Addio ai vitalizi dei parlamentariAddio ai vitalizi dei parlamentari
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF