Sei in: Home » Articoli

Lavorare in casa quando si è in malattia!

Durante il periodo di malattia e? possibile compiere delle attività lavorative amatoriali anche a favore di terzi. Lo ha deciso la Corte di Cassazione con la Sentenza n. 15621 del 11/12/2001, precisando che non costituisce giusta causa di licenziamento il fatto che un lavoratore dipendente, costretto a casa per malattia, si trovi a svolgere un?attività lavorativa che non abbia una vero e proprio carattere professionale, anche se questa non soddisfi un interesse soltanto di natura personale. La Corte ha però evidenziato che tale possibilità non può estendersi all?esercizio di quelle attività che, per la sostanza e per le modalità di esecuzione, potrebbero comportare un ritardo o comunque un rallentamento del processo di guarigione dello stesso lavoratore.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(15/01/2002 - Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Avvocati: niente contributi minimi alla Cassa né obbligo di iscrizione
» Stalking: gratuito patrocinio a prescindere dal reddito
» Regime dei minimi: com'era e com'è
» Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
» Negoziazione assistita senza notaio: Aiga, ora spazio agli avvocati
In evidenza oggi
Equitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debitoEquitalia: chiedere il pagamento rateale non significa ammettere il debito
Corrente elettrica: indennizzi automatici fino a 1.000 euro per interruzioni prolungateCorrente elettrica: indennizzi automatici fino a 1.000 euro per interruzioni prolungate
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF