Sei in: Home » Articoli

Per Antitrust e Agcom sono alti costi per invio SMS in Italia. Servono maggiori informazioni sulle opzioni tariffarie

Da un'indagine condotta da Antitrust e Agcom sui servizi offerti dagli operatori Ŕ emerso che ''Il 75% dei messaggini inviati viene pagato mediamente 1 centesimo di euro ma il restante 25% costa alla maggioranza degli utenti (il 62%) 15 cent, a fronte degli 11 cent fissati per gli Sms internazionali a livello europeo''. L'Autorita' garante della concorrenza e del mercato e l'Autorita' per le garanzie nelle comunicazioni hanno evidenziato che, ''soprattutto nel settore degli Sms, che da solo fattura oltre 2 miliardi di euro, ci sono margini di riduzione dei prezzi sia al dettaglio che all'ingrosso'', questo se si considera che in base al Regolamento comunitario, dal 1 luglio scorso, gli Sms internazionali costano al massimo 11 centesimi per i consumatori e 4 centesimi per gli operatori virtuali. A quanto pare la maggior parte di coloro che utilizzano gli sms pagano un prezzo unitario di 15 centesimi di euro a fronte degli 11 centesimi previsti dal Regolamento per gli Sms internazionali.
C'Ŕ da dire peraltro che una parte anche se minoritaria degli utenti invia messaggi a costi molto pi¨ bassi (circa 1 centesimo di euro). Secondo Antitrust e Agcom ''e' evidente che non tutti i consumatori sono consapevoli delle opportunita' offerte dal mercato'' e per questo servono ''maggiori informazioni sulle opzioni tariffarie disponibili''.
Altre informazioni su questo argomento
(13/08/2009 - Roberto Cataldi)
Le pi¨ lette:
» Pensione reversibilitÓ: anche alla vedova spetta la quattordicesima
» Legge 104: agevolazioni concesse al familiare del disabile
» Avvocati: online la nuova banca dati gratuita
» Avvocati e professionisti: deducibile al 100% la polizza per i clienti che non pagano
» Nel mantenimento del figlio Ŕ compresa la ricarica del cellulare
In evidenza oggi
Papa: societÓ "stolta" che costringe i vecchi a lavorare e i giovani a restare disoccupatiPapa: societÓ "stolta" che costringe i vecchi a lavorare e i giovani a restare disoccupati
Arriva l'112: il numero unico per le emergenzeArriva l'112: il numero unico per le emergenze
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF