Sei in: Home » Articoli

Privacy: gli indirizzi e-mail non sono pubblici

Il Garante per la protezione dei dati personali, (Newsletter del 10/16 febbraio) dando voce alle proteste di numerosi utenti della rete che si vedevano ?bombardati? da e-mail commerciali e promozionali non desiderate, ha ribadito, ancora una volta, che gli indirizzi e-mail, reperiti tramite Internet, non sono assimilabili a quelli presenti su elenchi pubblici e non possono essere utilizzati liberamente. Tale presenza on-line, infatti, non rende lecito l?uso di questi dati personali per scopi diversi da quelli per i quali sono presenti nella rete. Il fatto che l?indirizzo e-mail sia in rete e possa essere conosciuto, anche temporaneamente, da una pluralitÓ di soggetti non lo rende in alcun modo liberamente utilizzabile e, per questo, senza un preventivo consenso, non possono essere inviate informazioni, di qualunque tipo, anche se non specificatamente a carattere commerciale.
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF
(19/02/2003 - Avv.Cristina Matricardi)
Le pi¨ lette:
» Ddl salvaciclisti: multe fino a 651 euro per chi sorpassa a meno di un metro e mezzo di distanza
» Catasto: Ŕ gratuita la consultazione delle visure
» PAS: non Ŕ una patologia ma un comportamento illecito
» Condominio: gli odori della cucina disturbano i vicini? ╚ reato
» WhatsApp: solo 2 minuti di tempo per cancellare i messaggi
In evidenza oggi
Tassa rifiuti: sconto fino all'80% se la raccolta non funzionaTassa rifiuti: sconto fino all'80% se la raccolta non funziona
PAS: non Ŕ una patologia ma un comportamento illecitoPAS: non Ŕ una patologia ma un comportamento illecito
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly and PDF