Sei in: Home » Articoli

Ministero Lavoro, Salute e Politiche sociali: le nuove regole per l'alimentazione dell'infanzia

Il Ministero del Lavoro, Salute e delle Politiche sociali, di concerto con quello dello Sviluppo economico, hanno reso noto di aver stabilito che, a partire dal 22 luglio scorso gli alimenti per lattanti e quelli di proseguimento destinati alla prima infanzia possono essere messi in commercio solo se conformi alle disposizioni fissate nel decreto 82/2009 emanato, in attuazione della direttiva 2006/141/CE. Il regolamento (pubblicato in G.U. n.155 del 7 luglio scorso), stabilisce quindi le prescrizioni relative non solo alla commercializzazione ma anche alla produzione, composizione, etichettatura e pubblicità di tali alimenti.
È prevista un'attività di monitoraggio sui prezzi di vendita degli alimenti per lattanti e una campagna sulla corretta alimentazione dei più piccoli, tesa a valorizzare l'allattamento al seno, favorendo una corretta informazione al riguardo e l'adozione di corsi preparatori. Prevista, infine, un'attenta vigilanza affinché, al momento della dimissione dai reparti maternità, non vengano forniti in omaggio prodotti e materiali in grado di interferire con l'allattamento al seno, e sarà contrastata ogni forma di pubblicità, anche occulta, di comportamenti che sconsigliano il ricorso al latte materno.
(16/08/2009 - Avv.Cristina Matricardi)
Le più lette:
» Designer e architetti: come sfruttare al meglio gli smartphone
» Abusi edilizi: arriva il "condono"
» Addio al genitore collocatario: la prima sentenza del tribunale di Lecce
» Cellulari: dal 12 giugno 4g di Tre a pagamento per tutti, come disattivarlo
» Equitalia cerca avvocati: domande entro il 27 giugno
In evidenza oggi
Vaccini: multe fino a 7.500 euro per i genitori e sospensione della potestàVaccini: multe fino a 7.500 euro per i genitori e sospensione della potestà
Divorzio: carcere per il disoccupato che non versa l'assegno alla exDivorzio: carcere per il disoccupato che non versa l'assegno alla ex
Commenta
con Facebook
 
Commenta
con disqus
Commenta con Disqus: Selezionando "Preferisco commentare come ospite" non serve password. Ultime discussioni
blog comments powered by Disqus
Newsletter f g+ t in Rss
Print Friendly Version of this pagePrint Get a PDF version of this webpagePDF